Life Sorba- Sorgenti del Bacchiglione

LIFE Programme

Natura 2000

09/NAT/IT/00213

Il sito è realizzato con il contributo finanziario dello strumento LIFE+ dell'Unione Europea

Sei in: Italiano / Natura e Biodiversità / Rete Natura 2000

Rete Natura 2000

A partire dagli anni '70 le problematiche relative alla progressiva perdita della biodiversità sono diventate oggetto di crescente attenzione da parte della comunità internazionale. Nel 1992, con la sottoscrizione della Convenzione di Rio sulla Biodiversità, tutti gli stati Membri della Comunità Europea hanno riconosciuto come priorità da perseguire la conservazione in situ della diversità biologica, ponendosi come obiettivo quello di "anticipare, prevenire e attaccare alla fonte le cause di significativa riduzione o perdita della biodiversità in considerazione del suo significato intrinseco e del suo valore ecologico, genetico ma indirettamente anche sociale, economico, scientifico, educativo, culturale, ricreativo ed estetico".

In Europa, le politiche in materia di conservazione della biodiversità trovano le proprie fondamenta nelle due direttive comunitarie Uccelli (2009/147/CE) e "Habitat" (Dir. 92/43/CEE). In particolare, con l'art. 3 della Direttiva "Habitat", l'Unione Europea sancisce la costituzione di una rete ecologica europea denominata “Rete Natura 2000”, formata da un insieme integrato di Siti (SIC e ZPS) e aree di connessione gestiti in modo da garantire il mantenimento nel tempo delle specie e dei tipi di habitat rari o minacciati a livello europeo.

A partire dagli anni '70 le problematiche relative alla progressiva perdita della biodiversità sono diventate oggetto di crescente attenzione da parte della comunità internazionale. Nel 1992, con la sottoscrizione della Convenzione di Rio sulla Biodiversità, tutti gli stati Membri della Comunità Europea hanno riconosciuto come priorità da perseguire la conservazione in situ della diversità biologica, ponendosi come obiettivo quello di "anticipare, prevenire e attaccare alla fonte le cause di significativa riduzione o perdita della biodiversità in considerazione del suo significato intrinseco e del suo valore ecologico, genetico ma indirettamente anche sociale, economico, scientifico, educativo, culturale, ricreativo ed estetico".

In Europa, le politiche in materia di conservazione della biodiversità trovano le proprie fondamenta nelle due direttive comunitarie Uccelli (2009/147/CE) e "Habitat" (Dir. 92/43/CEE). In particolare, con l'art. 3 della Direttiva "Habitat", l'Unione Europea sancisce la costituzione di una rete ecologica europea denominata “Rete Natura 2000”, formata da un insieme integrato di Siti (SIC e ZPS) e aree di connessione gestiti in modo da garantire il mantenimento nel tempo delle specie e dei tipi di habitat rari o minacciati a livello europeo.


Minisfera è sviluppato e distribuito da Forma Srl - Tutti i diritti riservati